Tra le tue braccia in fine

far finta di non vederti

quando sei ovunque

mi segui

mi sfiori

e come nulla fosse

mi sorridi

e te ne vai

quando mi sento felice

illuso che tu non esista

appari inesorabile

a ricordarmi

che tu non mancherai

di stringermi  in fine

tra le tue braccia

morte

 

Ne parlo ancora

per avere meno paura

 

ci sei sempre stata

ma quando senti l'alito

il freddo

la voglia di scorgerti diversa

come naturale e conseguente

tranquillamente

ma sangue al cervello

quale calma serena?

se come tentacoli

sangue succhierà dall'interno

e spegnerai

quella luce dall'anima mia vicina

gli affetti

e la parola si farà notte

morte